Home » Vivere l'AMP

Cose da fare

Questo sezione è dedicata in particolare ai fruitori dell'Area Marina Protetta (AMP) Secche della Meloria.

È molto importante per l'Ente Gestore instaurare un dialogo diretto ed onesto con i principali fruitori dell'AMP, definendo le azioni e le strategie per un uso corretto dell'area. Entrerà presto in vigore un Piano di Gestione che definirà i regolamenti all'interno delle Secche, disciplinerà le attività consentite e stabilirà i divieti da osservare.

L'AMP è un bene comune che deve essere preservato per le generazioni future, l'Ente Parco MSRM, gestore dell'AMP, intende mettere in atto una serie di iniziative pubbliche, cercando di coinvolgere la comunità locale per una conservazione sostenibile e partecipata e una gestione trasparente delle Secche.

Il Piano di Esecuzione ed Organizzazione dell'AMP andrà a disciplinare una serie di attività ricreative, specificando ciò che il fruitore può fare e come si deve comportare all'interno delle singole zone (A, B e C).

Le principali attività ricreative che il Piano di Gestione disciplinerà sono: la balneazione, il diportismo, la subacquea, la pesca sportiva, la pesca professionale e il pescaturismo.

Si precisa che non appena la bozza del Piano verrà approvata da parte del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, esso entrerà in vigore e l'Ente Gestore sarà in grado di concedere le autorizzazioni per le attività, laddove il Piano stesso specifichi che si tratta di un'attività consentita solo con autorizzazione.

Si comunica inoltre che in un futuro prossimo, con l'inaugurazione del centro visite, l'AMP intende organizzare visite guidate e progetti legati alla didattica e all'educazione ambientale rivolti alla comunità locale ed ai turisti.

AVVISO !

 l'ufficio informazioni dell'Area Marina Protetta a LIVORNO (presso il complesso "LEM"), nei mesi di AGOSTO e SETTEMBRE (2017) resterà APERTO tutti i GIOVEDI' dalle ore 9 alle 12, con a disposizione di utenti e cittadini il personale del CIBM (Consorzio per il Centro Interuniversitario di Biologia Marina e Ecologia applicata)