Lo scorso giovedì 11 e martedì 16 aprile, presso “Il Boschetto”, si è svolto un evento tanto educativo quanto divertente per i bambini dai tre ai sei anni della scuola dell’infanzia di San Rossore. Dalle 9:30 alle 11:30, i piccoli esploratori sono stati coinvolti in un’esperienza unica: un’ uscita didattica immersa nella natura con un focus speciale su cavalli e cammelli. Durante il laboratorio i bambini hanno osservato i pascoli e affrontato con coraggio i vari ostacoli sul loro cammino, come le minacciose pozzanghere di fango, per conoscere questi animali e le loro abitudini, imparando nel modo più semplice e naturale possibile.

Leggi –  L’articolo e tutte le foto di Alice Felaco, Daniele Bianchi, Giulia Borghi

Nonostante non ci sia stato alcun contatto fisico con gli animali, la loro presenza è stata sufficiente per creare un’esperienza educativa significativa e coinvolgente, è stato evidente come essi abbiano fin da subito catturato l’interesse dei bambini, diventando strumenti preziosi per veicolare concetti fondamentali legati al rispetto dell’ambiente e alla cura degli esseri viventi che lo abitano.

“Siamo andati a vedere i dromedari, con il pulmino erano un po’ lontani ma siamo arrivati dove erano nella stalla. erano 3 ed erano affacciati alla finestra poi un signore ha fatto uscire un dromedario e ce lo ha fatto vedere e ha detto che parlava inglese e gli abbiamo detto sit down e lui si è abbassato, poi lo abbiamo fatto alzare e siamo andati in un recinto grande e c’erano anche i cavalli e ci siamo messi vicini alla rete ma non troppo perché c’era il filo spinato e i cavalli erano venuti un po’ vicini perché erano curiosi e poi abbiamo camminato tanto e poi ci siamo fermati a mangiare dei crackers e poi siamo tornati perché il pulmino doveva andare via”. Umberto, 5 anni

“Siamo andati dai dromedari con il pulmino la strada era bella e erano vicini. il pulmino ci ha portati alla casa dei dromedari e erano tre e avevano il muso fuori dalla finestra, poi un signore n e ha preso uno e lo ha portato fuori e lo ha fatto mettere seduto e parlava inglese, poi il signore ha preso anche gli altri e li ha portati fuori tutti e tre e poi siamo andati a vedere i cavalli curiosi perché ci seguivano e il recinto era grandetanto e mi è piaciuto”. Tommaso, 5 anni

Il cavallo, con la sua maestosità, ha trasmesso un senso di rispetto per la natura, mentre il cammello ha evocato un’atmosfera misteriosa e fiabesca che ha immediatamente catturato l’immaginazione dei bambini. In definitiva il Parco di San Rossore, si è confermato ancora una volta un ambiente perfetto per avvicinare i bambini alla natura e agli animali che la popolano e l’esperienza al Boschetto ha dimostrato che  l’apprendimento può essere divertente, emozionante e, soprattutto, indimenticabile.

Foto di copertina: Daniele Bianchi