Mi ritrovai faccia a faccia con qualcosa che non avevo mai visto. Decine di enormi occhi mi scrutavano. Sentii il loro sguardo penetrarmi dentro e il loro respiro raggiungere le mie ossa. Io, timorosamente incuriosita da quel sapore selvaggio e loro, imponenti e coesi nel loro branco: due identità così diverse e così vicine. Passarono alcuni minuti e, finalmente, mi sentii parte di loro.

Sfoglia o scarica l’articolo dei giovani del servizio civile del Parco. Testi di Giulia Borghi, grafica di Alice Felaco, foto di Giulia Borghi, Alice Felaco e Daniele Bianchi, interventi di Giulia, Alice, Daniele, Irene, Samuel, Gabriele, Lorenzo e Silvia

Foto di Alice Felaco

Foto di Daniele Bianchi