L’azienda agricola del Parco è biologica, e non è possibile far entrare animali dall’esterno soprattutto senza certificazione biologica. Inoltre, come dice il comitato scientifico, non è possibile accrescere il numero di animali che pascolano in Tenuta.

Da decenni le pecore pascolano in terreni fuori dalla Tenuta di San Rossore, in altre aree in territorio Parco, mentre a San Rossore. L’Ente trova strumentale e volgare il ricatto di chi si dice costretto a mandare le pecore al macello cercando di addossare la responsabilità al Parco.

LeggiL’articolo su La Nazione

Nella foto, alcuni dei 200 capi bovini che insieme ai cavalli pascolano allo stato brado a San Rossore