Venerdì 5 aprile, in occasione della giornata “Esplorare la Bellezza dei Parchi a Cavallo”, organizzata da FederParchi-Europarc con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, il Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli ha ospitato circa un centinaio di bambini della Scuola Primaria “G. Viviani”. Gli obiettivi del progetto, che miravano all’educazione ambientale equestre, al rispetto della natura e degli animali, sono stati realizzati attraverso l’interazione dei bambini con i pony, considerati catalizzatori emozionali per eccellenza. Il progetto, svolto durante tutto l’arco della mattinata e concentrato in diverse attività, è stato così organizzato: presentazione del Parco e delle sue caratteristiche, dove vivono e cosa mangiano i pony, comportamento e avvicinamento ai pony, consegna degli attestati.

Foto di Daniele Bianchi

Durante la prima attività, l’istruttrice Valeria Gambogi ha introdotto gli ambienti naturali del parco, spiegandone le caratteristiche, le curiosità, ma soprattutto l’importanza e le finalità legate alla salvaguardia ambientale. La seconda attività è stata pensata per illustrare dove vivono e cosa mangiano i pony, allevati allo stato semi-brado all’interno della Tenuta di San Rossore, presso il centro di equitazione naturale Equitiamo. Durante questa attività i bambini hanno anche potuto osservare una comunità di conigli bradi considerati, così come i pony, catalizzatori di attenzione e di emozioni e presenti in quella che viene comunemente chiamata “La Città dei Conigli”, situata nelle zone di pascolo dei pony stessi. Nella terza attività, i bambini sono stati coinvolti nel contatto con i pony, ma non prima di aver appreso la metodologia per approcciarsi con l’animale. In questo contesto l’animale si inserisce perfettamente in un’ottica giocosa ed efficace per aiutare i piccoli partecipanti a sviluppare le proprie capacità e a perseguire specifici obbiettivi come, appunto, l’educazione ambientale, il senso di responsabilità e del gruppo e il rispetto delle regole. Durante l’attività sono state, inoltre, raccontate loro curiosità peculiari sul comportamento dell’equino.

Nel primo pomeriggio non è mancata la presenza del Presidente del Parco, Lorenzo Bani, impegnato, assieme al presidente di Natura a Cavallo Mauro Ferrari con i due soci Veronica Lazzeri e Luca Morena e ai volontari del Servizio Civile Universale 2023-2024, nella consegna degli attestati di partecipazione in ricordo dell’esperienza. La giornata si è poi conclusa con il ritorno a piedi a Cascine Vecchie, passando per l’ippodromo e il Paduletto, dove i bimbi si sono ritrovati con i propri genitori. Nonostante i bambini non siano saliti sui pony, gli obiettivi prefissati dal progetto sono stati raggiunti e i piccoli partecipanti hanno superato alcune delle loro paure, come l’approccio ravvicinato con gli animali. Inoltre è stato osservato il senso di inclusione avvenuto tra alcuni compagni verso una bimba portatrice di handicap che, grazie al loro aiuto, ha potuto partecipare alle attività proposte.

Daniele Bianchi e Giulia Borghi

Le iniziative del weekend sono continuate con le passeggiate a cavallo di sabato e domenica

Foto di Luca Gorreri